Archivi tag: olio essenziale

Cipresso significato spirituale e simbolismo

Il cipresso è il simbolo dell’immortalità, appartenente alla famiglia delle Cupressaceae, comprende alberi che possono raggiungere anche i 50 metri di altezza. Impariamo di più sul simbolismo, il significato spirituale e gli usi del cipresso.

La maggior parte delle specie, originarie del Messico e della California, sono oggi presenti in tutte le regioni dell’emisfero settentrionale a clima caldo o temperato-caldo. Le sue caratteristiche principali sono decisamente uniche e sono spesso utilizzate a scopo ornamentale.

Questi alberi hanno una corona generalmente affusolata, piramidale e molto ramificata.

I rami sono molto sottili e ospitano numerose foglie ridotte a squame, strettamente addossate l’una all’altra o divaricate all’apice. In alcune specie il colore delle foglie appare verde molto scuro mentre in altre hanno un colore verde-azzurro molto particolare.

I fiori sono poco appariscenti mentre i frutti si presentano come coni legnosi dalla forma arrotondata suddivisi in diverse squame. Queste squame, una volta raggiunta la maturità, tendono ad aprirsi gradualmente, rilasciando piccoli semi.

Durante i due secoli e mezzo di instaurazione dell’Islam in Sicilia, i musulmani introdussero nell’isola la coltivazione di questo albero. Ora, mille anni dopo, questi snelli alberi, avvolti da bouganville rosa, fanno da sfondo agli imponenti templi greci e romani. E nel capoluogo, l’Orto Botanico di Palermo custodisce i cipressi più grandi d’Europa, con oltre 1.200 anni di storia.

Simbolismo del cipresso

Il cipresso è il simbolo dell’immortalità come emblema della vita eterna dopo la morte e infatti si trova spesso nei pressi dei cimiteri. Per la sua assoluta verticalità, il suo movimento verso l’alto, indica l’anima che si muove verso il regno celeste.

È l’albero di Ade, dio degli inferi. Poiché il fogliame scuro di questo albero esprime malinconia e dolore, i sacerdoti dell’Ade ne fecero delle corone e stesero le loro vesti durante i sacrifici.

L’origine mitologica di esso è raccontata nella leggenda greca di Ciparisso. Apollo, dio del sole, si era innamorato della bellezza del giovane Ciparisso, che aveva come compagno un cervo addomesticato. Mentre si esercitava con l’arco un giorno, colpì mortalmente il cervo. Così grande era la sua disperazione che implorò la morte.

Significato spirituale del cipresso

Secondo una leggenda persiana, fu il primo albero a crescere in Paradiso. Grazie alle foglie sempreverdi e del legno considerato incorruttibile, divenne l’immagine vegetale dell’immortalità. Non a caso ha spiccate qualità medicinali, foglie e frutti contengono un olio essenziale molto aromatico che ha azione vasocostrizione e protettiva sui capillari. La tintura di cipresso è indicata per il trattamento di flebiti, vene varicose ed emorroidi.

I minoici lo adoravano come manifestazione divina e il culto si estendeva da Cipro a Creta. In Egitto, il suo legno veniva usato per costruire le bare. In Oriente evocava fertilità per il suo aspetto vagamente fallico.

Se, nell’arco di tre mesi, il suo ramo viene tagliato lentamente, diventerà un vero e proprio strumento di guarigione. Basterà farlo scorrere sulla persona da guarire, premendo sulle parti dolenti e bruciando la punta per purificarlo. Radici e coccole possono essere bruciate come incenso per amplificare la guarigione spirituale. Indossarne il ramoscello durante i funerali dona conforto e alleggerisce il dolore del lutto.

È un albero che contiene energia protettiva e protegge la casa dalle energie negative.

Secondo un’antica credenza, alcuni rami di cipresso posti sulla tomba dei propri cari li avrebbero aiutati nel loro viaggio ultraterreno garantendo loro amore e fortuna. L’olio essenziale rafforza la meditazione e viene utilizzato nei rituali. Simbolo di longevità ed eternità, le persone in passato portavano con sé un pezzo del suo legno per proteggersi dai pericoli e garantire una lunga vita. Sette coccole di cipressi infilate su una corda rossa allontanano il dolore e le avversità dalla propria vita.

Usalo per protezione, propiziare la longevità, meditare, aiutare i morti, acquisire maggiore consapevolezza, ricevere aiuto e conforto nei momenti di transizione, capire cosa è superfluo, arrivare alla radice dei problemi. Le pietre da associare a questo albero sono l’ossidiana fiocco di neve, il quarzo siciliano, l’agata blu.

Cipresso nelle diverse culture

Il simbolico Albero della Morte, legato ai cimiteri, è anche l’Albero balsamico della Vita perché è in grado di ridare salute a chi si rivolge a lui respirandone le essenze. È sottile, stretto, molto alto e sembra un dito che punta al Cielo. Da più di venti secoli adorna i cimiteri dei popoli di cultura cristiana in tutto il bacino del Mediterraneo. E ha anche dato il nome a un’isola, Cipro, i cui abitanti l’hanno venerato in tempi lontani.

Una delle più antiche rappresentazioni dell’albero della vita – si trova nell’Egitto faraonico, Un simbolo solare rappresenta l’ottimismo, la vita e la speranza che prevalgono. Queste immagini sono molto lontane dalle concezioni latine di questo albero.

La civiltà islamica ha provato ammirazione per questo albero, come ha fatto con la palma. Nella decorazione del Palazzo Imperiale di Topkapi, a Istanbul, vediamo sette alteri cipressi accoppiati a dodici rami.

Gli epitaffi delle tombe musulmane dell’Anatolia, in Turchia, sono per lo più decorati da cipressi. Artisticamente rappresentati, che conferiscono loro un alone di serenità e immortalità. Ciò contrasta ancora una volta con il senso necrologico in Occidente, e come eredità dei romani, diamo ai nostri cimiteri.

4 Potenti oli essenziali per la protezione spirituale

4 potenti oli essenziali per la protezione spirituale, sono qualcosa che uso quotidianamente. Li uso quando faccio yoga o quando medito. Oggi voglio approfondire questo argomento che mi sta molto a cuore, come usare questi potenti olii essenziali per la protezione spirituale. Si parla sempre della meraviglia degli oli essenziali per usi medici e aromaterapici. Ma in realtà sono un modo meraviglioso per creare un flusso di energia positiva che può proteggerti dalla negatività e dall’oscurità.

Questi 4 potenti oli essenziali per la protezione spirituale. Agiscono aiutandoti a connetterti con l’energia vibrante e vivace della natura e dei suoi elementi. Proteggendoti dalla negatività e dall’energia stagnante.

4 potenti olii essenziali

Sandalo – Il sandalo è un piccolo albero della famiglia delle Santalaceae che può vivere fino a 100 anni. Raggiunge un’altezza massima di 10 metri ed ha una corteccia rosso-bruno che diventa rugosa nelle piante più vecchie. Le foglie sono di colore verde brillante, la forma è lanceolata e la superficie è lucida.

I fiori sono raccolti in pannocchie all’ascella delle foglioline. I fiori sono campanulati e di colore rosso intenso, il frutto si produce dopo tre anni ed è rappresentato da una drupa rosso scuro.

I 5 semi all’interno del frutto vengono solitamente mangiati o diffusi dagli uccelli, i principali animali responsabili della diffusione delle piante naturali in natura. La parte interna del tronco di legno di sandalo è molto coriacea, e per questo motivo le termiti non sono in grado di distruggerlo. L’albero di sandalo, quindi, è considerato in India un albero protettivo contro gli spiriti maligni.

Il legno di sandalo ha sempre avuto anche un significato religioso. Il suo legno veniva utilizzato per costruire templi e statue degli dei. Mentre secondo la credenza indù i sovrani defunti dovevano essere imbalsamati con olio essenziale di sandalo per favorire una migliore rinascita.

Ginepro – Il nome Ginepro deriva dalla parola celtica Juniperus, che significa acre. Il detto essere in un ginepraio si riferisce agli intricati rami del ginepro e alle sue foglie spinose. Per indicare metaforicamente una situazione difficile e problematica. Protagonista di una fiaba dei fratelli Grimm, e di varie storie e credenze popolari. Questa pianta sarebbe stata l’unica a ricoverare la Sacra Famiglia durante la fuga in Egitto e per questo il ginepro fu benedetto dalla Vergine.

La tradizione popolare

Ha sempre attribuito al ginepro il potere di allontanare streghe e spiriti maligni. Per questo i suoi rami venivano appesi alle porte delle stalle.Per preservare la salute del bestiame. Greci e Romani li bruciavano come se fossero incensati per purificare l’aria. Il legno di ginepro veniva utilizzato per costruire utensili da cucina. Così da inebriare con il suo dolce profumo tutti i piatti che con esso si preparavano, un esempio era il mestolo per girare la polenta.

Salvia – Anticamente la salvia era considerata una pianta sacra. Il suo nome deriva dal latino, salvere, da cui derivava “salvare”, perché ritenuto benefico per ogni male. Nel medioevo si usava mettendo in bocca alcune foglie prima di coricarsi, per favorire sogni divinatori o risolutivi. Doveva rafforzare la vista e lo sguardo interiore, il che aiutava gli utenti a – vedere – più chiaramente. Un ottimo olio essenziale per proteggere te stesso, la tua aura e la tua anima dalla negatività e dagli attacchi magici.

Lavanda – La lavanda ha virtù difensive e purificanti, e questo la rende adatta nella preparazione di incensi e oli da utilizzare in magia. Soprattutto in incantesimi di attrazione come fortuna, successo e amore. Anticamente i sacchetti di lavanda venivano cuciti e portati al collo come portafortuna, e veniva usata nei riti di purificazione per scongiurare negatività e sfortuna.

Come usare 4 Potenti oli essenziali per la protezione spirituale?

Puoi usare i potenti olii essenziali per la protezione in molti modi diversi! Ecco le opzioni più efficaci per portare energia positiva creando una sorta di scudo positivo per il tuo spirito.

Un bagno di protezione

Se hai avuto una giornata stressante con persone o situazioni che hanno assorbito molte energie, puoi purificarti con un bagno alla lavanda. Prendi una tazza di sale grosso e mescola 20 gocce di olio essenziale di lavanda. Quindi versalo nell’acqua della vasca e lascialo in ammollo per almeno 15 minuti.

Non avere fretta, prenditi tutto il tempo che ti serve. Creare una buona atmosfera con una candela e un buon incenso ti metterà nelle condizioni giuste per ricevere le energie benefiche del bagno.

Diffusore di oli essenziali per la protezione della tua casa

Se senti che qualcosa non va a casa tua. Forse hai invitato qualcuno che potrebbe aver portato energia negativa intorno a te. O forse senti una sorta di oscurità e pesantezza intorno a te, usa un diffusore per diffondere uno degli oli essenziali per protezione spirituale! È un ottimo modo per ripulire il tuo spazio e fare spazio a vibrazioni ed energia positive!

Al polso e tra le sopracciglia

Questo è un modo molto semplice ma efficace per utilizzare gli oli essenziali per la protezione spirituale. Spalma sul polso alcune gocce del tuo olio essenziale preferito dalle proprietà protettive e lascia che la sua fragranza ed energia pervadano il tuo corpo. Metti alcune gocce dove si trova il tuo terzo occhio (tra le sopracciglia) e massaggia.

Se vuoi, puoi anche aggiungere alcune parole come. Possa l’energia e il potere di (inserisci il nome dell’olio essenziale) proteggere il mio intuito, la mia aura e la mia energia. Ripetere se necessario!

Un fazzoletto protettivo

Questo è uno dei modi preferiti di mia nonna. Porta con sé oli essenziali per la protezione spirituale mentre ha a che fare con persone negative o situazioni emotivamente pesanti. Versa qualche goccia di olio essenziale su un fazzoletto portalo al polso come un braccialetto oppure mettilo in borsa o in tasca! Provaci!

Guarigione emotiva con gli oli essenziali

Guarigione emotiva con oli essenziali, le proprietà curative degli oli essenziali non sono più un mito. Centinaia di ricerche hanno dimostrato l’efficacia di determinati oli essenziali nel trattamento delle condizioni di salute fisica. Sapevi che gli oli essenziali sono anche molto utili nel trattamento dei problemi emotivi e mentali?

L’aromaterapia è il miglior esempio dell’uso di oli essenziali per la guarigione emotiva. In aromaterapia gli oli di diverse piante ed erbe vengono bruciati o evaporati. Quindi i composti dell’olio essenziale possono facilmente entrare nei polmoni e quindi in tutto il corpo.

Ci sono anche massaggi con oli essenziali, che consentono anche ai tuoi polmoni di prendere un po della loro fragranza calmante. Ma il massaggio è anche utile nel trattamento di problemi di salute fisica legati alla pelle, alle ossa e alle articolazioni.

Le piante hanno effetti diversi sul corpo. Pertanto, la lavanda è in grado di trattare la depressione, lo stress, l’ansia e persino gli attacchi di panico. La Melissa è un fantastico rilassante. calma la mente e il corpo. E aiuta a riposare e fare una pausa. Inoltre, c’è il legno di cedro, che ha una potente fragranza stimolante. Porta motivazione e aiuta a sentirti felice e pieno di speranza.

Si ritiene che l’incenso pulisca il corpo e la mente da false verità, pensieri negativi ed energia, purifica non solo spiritualmente, ma anche emotivamente e mentalmente. Ed è anche un ottimo rimedio per problemi fisici come ferite, cicatrici, dolori muscolari e articolari.

Se hai a che fare con depressione, affaticamento, stress, ansia o altri problemi mentali o emotivi, prova l’aromaterapia. Trova l’olio essenziale che porta rimedio al tuo problema. Questi oli essenziali funzionano meravigliosamente. Ma ci sono molti modi diversi per goderne i benefici. Alcune persone usano persino oli essenziali per il risveglio spirituale.

In conclusione, la guarigione emotiva con oli essenziali è reale e possibile. Se sembri perdere la tua lotta con i tuoi problemi emotivi, datti una possibilità con gli oli essenziali. Prima di consultare uno specialista del settore, trova un forum su Internet e approfondisci l’argomento. Ma ricordati sempre di consultare un professionista non ti affidare al fai da te, o ai consigli degli amici.